Struttura delle Agorà

La struttura architettonica delle agorà delle città situate nella più alta antichità era irregolare, le città ce si andavano formando nel II Millennio a.C. o nell’età buia, le agorà non presentavano una struttura regolare di piazza ben organizzata ma si andavano formando spontaneamente sugli incroci delle strade, con spianate attraversate da strade ed edifici. Questo perché le città nate nell’antichità hanno nel loro complesso una struttura già irregolare per cui si andava per aggiunte successive e vi è una crescita spontanea senza un piano regolatore. Differenti sono invece le colonie, perché nate con un atto volontario di fondazione, in quanto i Greci per fondare le colonie organizzavano gli spazi necessari a quella determinata funzione in base ad un progetto di piano regolatore; anche in età ellenistica le città sorgono in base ad un progetto architettonico e qui le agorai, hanno una struttura regolare con un tot di edifici posti in una certa maniera. Invece nelle agorà precedenti vi sarà l’aggiunta di edifici uno accanto all’altro senza criterio estensivo, ma posti in base alla loro funzione.

Cian Trabucchi 728x90
Cian Trabucchi 300x250
Atene. Stoà di Attalo

Solo una cosa è comune a tutte le agorà, ossia la presenza dell’edificio chiamato Stoà, che significa “portico”. Questo edificio inizia a comparire nell’età più antica ed è formato in pianta da una forma rettangolare chiusa dietro e ai lati ma aperta sulla facciata anteriore con una serie di colonne, sormontato da un tetto sorretto da colonne interne. Aveva funzione di riunione di vari organismi, si tenevano processioni, venivano applicati uffici amministrativi, si faceva commercio, si passeggiava e i filosofi vi tenevano le loro lezioni.

In età classica ed ellenistica, iniziano ad assumere una struttura regolare, con criteri applicati dal famoso architetto, Ippodamo di Mileto, che operò nel V Secolo a.C. Egli progettò le città con strade ortogonali e ad Atene fu lui stesso a progettare la ricostruzione del porto del Pireo, con una struttura in asse e strade perpendicolari. Progettò anche la colonia di Tuli, nella Magna Grecia ed il suo operato fu fondamentale.

Mileto. Schema urbanistico Ippodameo

Simone Riemma

Studente del corso in Civiltà Antiche ed Archeologia: Occidente dell'Università degli Studi di Napoli - Orientale. Sono CEO e founder dei blog "STORIA ROMANA E BIZANTINA" assieme al mio collega dott. Antonio Palo e CEO e founder unico di "LUPIN THE 3RD - LA PATRIA ITALIANA". Le mie passioni: Storia ed Archeologia, Anime e Manga.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: