Accadde Oggi: 12 Dicembre / 627 d.C. – Battaglia di Ninive

1/4) Ludi Lancionici (festività): ludi commemorativi la vittoria di Costantino I sulla tribù germanica dei Lancioni.


2/4) 627 d.C.: Ninive (Assiria) – Si affrontano in battaglia, nel 25° anno di guerra, le legioni romano-bizantine di Eraclio guidato dall’imperatore in persona e quello persiano-sasanide di re Cosroe II agli ordini del generale Rhahzadh. Nel corso della lunga guerra entrambi gli imperi si erano notevolmente indeboliti: entrambi gli eserciti erano fiaccati ed avevano subito defezioni. Infatti i Bizantini avevano perso il sostegno dei Cazari e dei Gokturk, che si erano ritirati, mentre i Sasanidi avevano perso i due grandi generali Shahin (morto in battaglia) e Shahrbaraz (fuggito in Egitto) a cui dovevano le loro vittorie. La manovra bizantina nasce da un’insolita strategia adottata da Eraclio che lascia che continui l’assedio avaro di Costantinopoli per svernare con l’esercito in Armenia ed attaccare i Persiani nella loro stessa terra. Anche il periodo dell’attacco, inoltre, è insolito, essendo nella stagione invernale. L’intento di Eraclio era quello di giungere a Ctesifonte, ma viene costretto ad affrontare l’esercito nemico prima che giungano in suo aiuto dei rinforzi: la battaglia ha luogo così nella piana nei pressi di Ninive, dove i romano-bizantini ottengono una schiacciante vittoria e anche lo stesso Rhahzadh viene ucciso in duello da Eraclio.

Battaglia tra gli eserciti di Eraclio e Cosroe II. Piero della Francesca

La vittoria di Ninive segna la fine definitiva del conflitto romano-persiano, e il crollo dell’Impero Sasanide, che verrà sconvolto da lotte intestine dalle quali non riuscirà mai più a riprendersi. L’Impero riottiene tutti i territori d’Oriente precedentemente occupati dai Sasanidi (Egitto, Mesopotamia, Siria, Armenia, Asia Minore).


3/4) 1212 d.C.: Sinope – Muore durante l’assedio turco della città l’imperatore di Trebisonda (Trapezunte) Davide I Comneno, fratello dell’imperatore bizantino Alessio Comneno. Lo stesso giorno la città verrà conquistata dai Turchi Selgiuchidi e Alessio verrà catturato.


4/4) 1452 d.C.: Costantinopoli – Viene proclamata la riunificazione delle Chiesa Cattolica e Ortodossa. La popolazione di Costantinopoli reagisce violentemente alla notizia; al rientro dei delegati ortodossi (che ritrattano quanto firmato) si scatenano disordini in tutta la città, vanificando così gli sforzi dell’imperatore bizantino di cercare aiuto contro il pericolo turco.

 

Antonio Palo

Laureato in 'Civiltà Antiche e Archeologia: Oriente e Occidente' presso l'Università degli Studi di Napoli 'L'Orientale'. Fondatore e amministratore del sito 'Storia Romana e Bizantina'. Co-fondatore e presidente dell'Associazione di Produzione Cinematografica 'ACT Production'.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: