L’eredità linguistica gotico-longobarda nella lingua italiana

I Goti e i Longobardi non ci hanno lasciato soltanto monili d’oro, tombe e frammenti di armi, ma anche un’eredità che resta ancora oggi fissa nella nostra cultura: la lingua.

390
Il re degli Ostrogoti Totila al cospetto di San Benedetto, miniatura.

Le lingue dei Goti e dei Longobardi appartenevano al ramo delle lingue germaniche orientali, parlate tra il III/IV e il VI secolo d.C. (il gotico sopravvisse in Crimea fino al XVIII sec.), e oggi estinte. I motivi della loro estinzione sono dovuti alla progressiva fusione con la popolazione locale e cristiana cattolica, di lingua latina. Sono circa trecento, le parole che sono entrate a far parte stabilmente del nostro linguaggio e che magari pronunciamo senza conoscerne assolutamente la provenienza. Esse appartengono ad ogni aspetto della vita quotidiana e denotano anche nomi propri e cognomi. Le maggiori eredità sono nei settori con i quali questi popoli avevano più familiarità, come la guerra (esso stesso nome longobardo), la caccia e gli utensili.

Ecco un elenco delle più diffuse assonanze:

  • parti del corpo: anca, bernoccolo, ciuffo, grinfia, grinta, grinza, guancia, milza, nocca, (s)berleffo, schiena, spanna, stinco, zanna, zazzera; (ar)rancare, grattare, guarire, leccare, recare, strisciare.
  • attività connesse alla caccia: bracco, falco, stambecco, taccola, trappola, trogo(lo), zanna, zecca; ghermire, graffiare, tubare, sferzare.
  • elementi della casa: balcone, palco, rampa, sala, spalto, stamberga, stucco.
  • arredamento e utensili: banca, banco, bara, barella, benda, federa, gruccia, guanciale, nappo, panca, predella, scaffale, spranga, stanga, tappo; arredare, bussare, schizzare, spaccare, spruzzare, strappare, sguincio.
  • cucina e attività domestiche: arrosto, birra, brace, brodo, bucato, crusca, fiasco, gruzzolo, rocca, spola, zuppa; (ar)rostire, gualcire, guarnire, (im)bastire, smaltire, strofinare, stropicciare.
  • abbigliamento: banda, falda, fazzoletto, muffola, nastro, roba, tasca.
  • campagna: forra, gora, greppia, greto, guazzabuglio, melma, mucchio, slitta, stecca, stecco, sterzo, zolla; ammucchiare, attecchire, guadagnare (originariamente “pascolare”), (ingar)bugliare.
  • armi e cavalli: alabarda, briglia, elmo, fodero, groppa, maniscalco, sperone, spiedo, staffa, strale.
Longobardi cavaliere vii secolo
Cavaliere longobardo, placca in oro, VII sec.
  • esercito e attività connesse: agguato, arengo, astio, banda, bandiera, bando, baruffa, gonfalone, guardia, guerra, schiera, spione, stormo, tregua, zuffa; albergare (da albergo, “campo dell’esercito”), guardare.
Elmo ostrogoto, VI sec. d.C.
  • istituzioni e ceti sociali: arimanno, gastaldo, manigoldo, sgherro, sguattero.
  • stirpe e diritto: faida, fio, schiatta; bandire, garantire.
  • vita comune: baruffa, bega, fiasco, riffa, schiaffo, tresca; (am)miccare, (ar)raffare, arzigogolare, danzare, scherzare, stuzzicare.
  • aggettivi: bianco, bigio, bruno, fresco, giallo, ricco, spavaldo, schietto.

Altrettanto numerosi sono i nomi propri che ci hanno lasciato i Longobardi. Da notare che talvolta i nomi erano formati dalla metà di quello del padre e la metà di quello della madre. Fra gli altri sono da citare: Adelmo, Adolfo, Alberto, Aldo, Armando, Bernardo, Filiberto, Guido, Leopoldo, Matilde, Rodolfo, Ubaldo…

Antonio Palo

Laureato in 'Civiltà Antiche e Archeologia: Oriente e Occidente' presso l'Università degli Studi di Napoli 'L'Orientale'. Fondatore e amministratore del sito 'Storia Romana e Bizantina'. Co-fondatore e presidente dell'Associazione di Produzione Cinematografica Indipendente 'ACT Production'.

Privacy Preference Center

Close your account?

Your account will be closed and all data will be permanently deleted and cannot be recovered. Are you sure?

Translate »
Optimization WordPress Plugins & Solutions by W3 EDGE
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: