Accadde Oggi: 9 Giugno

marco_licinio_crasso1/7) 53 a.C.: Battaglia di Carre, i Romani vengono sconfitti dai Parti e il triumviro Marco Licinio Crasso perde la vita durante la ritirata verso l’Armenia. Si salvano solo un terzo delle truppe, 10.000 legionari guidati dal generale Cassio, che in disaccordo con Crasso si era ritirato in Siria: tutti gli altri vengono uccisi o fatti prigionieri. La morte di Crasso segnò la fine del Primo Triumvirato e lasciò la scena agli altri due triumviri, Cesare e Pompeo.


 

2/7) 38 a.C.: Battaglia del Monte Gindaro. Il generale romano dell’esercito di Antonio, Publio Ventidio Basso, riporta una grande vittoria sui Parti, il cui re Pacoro viene ucciso sul campo di battaglia.

Heinrich_Kiepert._Asia_citerior.Syria

Il suo successo, che diventò uno dei più celebrati, diede ai Romani piena soddisfazione per il disastro subito con Crasso, e colpì i Parti ancora fino ai confini con la Media e la Mesopotamia, dopo averli sconfitti in tre successive battaglie. Ventidio decise comunque di non inseguire ulteriormente i Parti, perché temeva di suscitare la gelosia di Antonio; e così decise di attaccare e sottomettere le popolazioni che si erano ribellate a Roma, e di assediare Antioco I di Commagene nella città di Samostata […] Ventidio è l’unico generale romano che ad oggi abbia celebrato un trionfo sui Parti. [Plutarco, Vite Parallele]


 

Jan_Styka_-_Nero_at_Baiae3/7) 68 d.C.: muore l’imperatore Lucio Domizio Enobarbo Nerone, ultimo della dinastia giulio-claudia, dopo essere stato deposto dal Senato. Fuggito dal palazzo, si rifugia in una villa suburbana di un suo liberto. Abbandonato da tutti, cerca di suicidarsi ma troppo esitante si fa uccidere dal suo schiavo greco Epafrodito. Stando a Svetonio, le sue ultime parole prima di spirare furono: “Quale artista muore con me!”.

Morì nel suo trentaduesimo anno d’età, nel giorno anniversario dell’uccisione di Ottavia e fu tale la gioia di tutti che il popolo corse per le strade col pileo. Tuttavia non mancarono quelli che, per lungo tempo, ornarono di fiori la sua tomba, in primavera e in estate, e che esposero sui rostri ora le immagini di lui vestito di pretesta, ora gli editti con i quali annunciava, come se fosse ancora vivo, il suo prossimo ritorno per la rovina dei suoi nemici. Per di più, Vologeso, re dei Parti, quando mandò ambasciatori al Senato per riconfermare l’alleanza, fece chiedere anche, insistentemente, che si onorasse la memoria di Nerone. Infine, vent’anni dopo la sua morte, durante la mia adolescenza, venne fuori un tale, di ignota estrazione, che pretendeva di essere Nerone e questo nome gli valse tanto favore presso i Parti che essi lo sostennero energicamente e solo a malincuore lo riconsegnarono. [Svetonio, Vite dei Cesari]


 

640px-Septimius_Severus_Glyptothek_Munich_3574/7) 193 d.C.: Settimio Severo, generale delle legioni di stanza lungo il limes della Pannonia, dopo aver sconfitto gli altri pretendenti al trono imperiale (Clodio Albino, Pescinnio Nigro), fa il suo ingresso a Roma e viene incoronato imperatore. I primi “bersagli” della sua politica furono il Senato (che aveva appoggiato Albino) e la guardia pretoriana, che venne riorganizzata arruolandovi soldati a lui fedeli.


 

sangiovanni-crisostomo5/7) 404 d.C.: Giovanni Crisostomo, patriarca di Costantinopoli, viene allontanato dalla corte dall’imperatore Arcadio.


 

6/7) 776 d.C.: muore il duca longobardo di Spoleto Teodicio.


7/7) 1403 d.C.: Manuele II Paleologo fa ritorno a Gallipoli a conclusione di una campagna diplomatica in Europa per sensibilizzare le grandi monarchie della precaria situazione bizantina.

 

Antonio Palo

Laureato in 'Civiltà Antiche e Archeologia: Oriente e Occidente' presso l'Università degli Studi di Napoli 'L'Orientale'. Fondatore e amministratore del sito 'Storia Romana e Bizantina'. Co-fondatore e presidente dell'Associazione di Produzione Cinematografica 'ACT Production'.

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: